Aiuta ManualiDisegno!
Capitolo tradotto dal manuale: Fun With a Pencil di Andrew Loomis

Pagg. 40-43. La tecnica della sfera divisa e del piano pt.2

Eccoci alla seconda parte del metodo della sfera divisa e del piano!

/40/

fun-with-a-pencil Ciò che volevo era un metodo grazie al quale – qualora la testa apparisse sbagliata – riuscissi a trovare subito dove fosse l’errore, senza rovinare il disegno con correzioni all’ultimo minuto. La necessità di disegnare correttamente la costruzione della testa fin da subito era quindi ovvia, in questo modo sarebbe stato più facile tracciare le linee definitive con sicurezza e senza paura di rovinare il disegno. Specialmente quando hai delle date di consegna da rispettare, è molto rischioso procedere senza sapere cosa stai facendo.
In definitiva, questo metodo è nato da una mia necessità personale anche se devo ammettere che allora non avevo l’intenzione di trascriverlo in un libro. Comunque, quando ho visto che questo metodo funziona, mi sono stupito della sua semplicità; è stata una di quelle volte in cui ti domandi come tu, o qualcun altro, non ci abbiate pensato prima. Il fatto che questo metodo funzionasse anche con i nostri primi disegni infantili (che sono giusto crude forme prive di dettagli) ha aumentato il mio entusiasmo.
Ma allora, perchè non dovrebbe essere un metodo disponibile per tutti, dal bambino all’artista professionista?
Il metodo cambia, ma solo leggermente, dalla prima sfera con l’aggiunta di forme solide al lavoro professionale; la differenza sta nell’abilità dell’individuo. Tutto sta nel corretto posizionamento della sfera e delle sue parti: una volta capito che stiamo disegnando solidi e non linee, il metodo diventa sorprendentemente semplice.
Non dubito che queste poche pagine proveranno l’inestimabile valore di molti artisti in erba, che so essersi confrontati con le mie stesse difficoltà come brutti disegni e scadenze imminenti.
Ma principalmente questo libro è per John Jones, che avrebbe sempre voluto disegnare e non c’è mai riuscito.


/41/

Il metodo applicato a tipi differenti di viso

fun-with-a-pencil

/42/

fun-with-a-pencil
Per testare il tuo “occhio per la forma”, prova a classificare questi tipi di teste (fai riferimento a pagina 41)

Alcuni tipi di teste basati su pagina 41

Questa pagina dovrebbe darti un’idea dell’illimitata varietà di tipi di volti possibili utilizzando il metodo della sfera divisa e del piano. Esistono migliaia di volti che appaiono ognuno diverso dall’altro per la forma del cranio piuttosto che gli altri componenti della testa. È divertente studiare un volto provando a indovinare che tipo di sfera e piani devono essere messi insieme per realizzare quella faccia, ti aiuta a osservare un personaggio al di là della superficie. Non c’è bisogno di essere chiaroveggenti, basta un occhio sveglio e una buona mano.

/43/

fun-with-a-pencil
Lasciamo da parte i precedenti – difficili – capitoli e riprendiamo a divertirci. Prova a disegnare questi!

Disegnare fumetti con il metodo della sfera divisa e del piano

Quelli che vedi qui sopra sono la semplice applicazione del nostro metodo, non è più difficile rispetto al metodo precedente che prevedeva l’aggiunta di forme tridimensionali alla sfera, ma allo stesso tempo la possibilità di errore è molto diminuita.
Ormai dovresti aver assimilato questo metodo: queste pagine metteranno solo alla prova le capacità di chiunque sia interessato a disegnare volti.
Ti suggerisco di proseguire la lettura di questo libro e di tornare su queste pagine di tanto in tanto per testare le tue capacità, che piano piano miglioreranno. In ogni caso, non mollare! Quella tua mano riuscirà a fare cose sorprendenti molto presto!

E con un incoraggiamento così non possiamo non migliorare! ;)
La prossima volta tocca ai volti femminili e a una carrellata di immagini a cui fare riferimento. A presto!

2 commenti su “Pagg. 40-43. La tecnica della sfera divisa e del piano pt.2”

  1. Cristiana:

    splendido! come posso aiutarvi, per far prima?? Notte…

  2. Angie - ManualiDisegno.it:

    Puoi sostenere il progetto con una piccola donazione e pubblicizzare un po’ il sito! :)

Lascia un commento