Aiuta ManualiDisegno!
Capitolo tradotto dal manuale: Fun With a Pencil di Andrew Loomis

Pagg. 1-12. Introduzione

/6/

DEDICATO A TUTTI QUELLI CHE AMANO LA MATITA

/7/

Il Signor Webster [insieme a Merriam, Webster è un autore di dizionari inglesi, come i nostri Devoto-Oli. NdA] definisce “disegno” come “delineazione”. Ciò non tiene conto del reale “impatto” che il disegno ha e forse lui non l’ha mai saputo. La maggior parte delle persone ama disegnare anche quando conosce poco o niente a riguardo. È iniziato con gli uomini delle caverne e sopravvive ancora oggi sulle pareti degli edifici pubblici….perchè è molto divertente e altrettanto facile, è un vero peccato non essere capaci di fare di meglio.

Andrew Loomis

/8/

Tutto quello che dovete sapere, per iniziare questo libro, è come disegnare un cerchio…

E può essere deformato quanto vi pare, va bene lo stesso.

Ora non iniziate con la classica frase “Non riuscirei a disegnare neanche una linea dritta”.
Nemmeno io ci riesco, a mano libera. Se abbiamo bisogno di una linea dritta, possiamo usare un righello.
Adesso per favore provate, tanto per divertirsi un po’.

/9/

Come va gente!

Chi sono? Oh, solo uno dei piccoli simpatici personaggi di Andy. Ma sono importante! Lui mi ha dato un compito. Sono lo spirito del libro e rappresento la matita blu qui dentro. Il mio nome corretto dovrebbe essere “Forma Base”, ma sarebbe troppo altisonante. Lui pensa che quel nome potrebbe spaventarvi, così mi chiama semplicemente “Professor Blook”, e adesso, ho un po’ di cose interessanti da raccontarvi…

/10/

Dato che Andy non vi può parlare di persona, mi ha messo qui in modo da comunicare tra di noi, ed è un peso per lui, che ama tanto chiacchierare. Ora, questo piano di azione è basato sull’uso di semplici forme che già conoscete, che vi sono familiari e che sarete sicuramente in grado di disegnare.

Da queste semplici forme conosciute, costruiremo altre forme, che senza una costruzione di base sarebbero troppo difficili da disegnare. Per esempio, la parte alta della testa, o cranio, è più simile a una sfera di qualsiasi altra cosa, così iniziamo da un cerchio e aggiungiamo ad esso le forme che vogliamo. Arriveremo quindi a tracciare i contorni necessari, invece di andare a caso… solo gli artisti più talentuosi ed esperti possono disegnare direttamente i contorni di un disegno. Questa è la parte più difficile, per questo motivo molte persone rinunciano subito a disegnare.

Ma conoscere la costruzione di base rende il disegnare semplice e un delizioso passatempo per chiunque.

Attraverso il disegno preliminare di forme e lo sviluppo dei contorni su di esse, sapremo DOVE DISEGNARE LE NOSTRE “VERE” LINEE. È difficile trovare qualcosa che non può essere costruita usando forme semplici.

“Babbo Natale ha un pancione come una zuppiera piena di marmellata” [verso di una filastrocca in rima. NdA]: questo è quello che vediamo nella realtà. Ora, l’idea è quella di disegnare la zuppiera prima del pancione. Se la nostra osservazione è corretta, il problema dovrebbe essere solo di rendere la zuppiera un addome convincente per il nostro vecchio Babbo. Ovviamente la copriremo con il suo cappotto e i pantaloni, ma sicuramente non rovineremo la nostra grande idea.

/11/

Me la sono presa con Babbo Natale perchè non capirà mai che mi sto prendendo troppa confidenza sul suo fisico; avrei potuto scegliere il vostro vicino di casa con il suo cestino per il pranzo, che sarebbe stato ugualmente rotondo. Ogni forma è un insieme di forme più semplici, con questa o quella variante, e qualche pezzo in più aggiunto. Le più semplici forme che conosciamo sono la sfera, il cubo e l’uovo. Prima di iniziare, riconosciamo la sfera nelle nuove palline da golf di papà, il cubo nelle zollette di zucchero e per quanto riguarda le uova….beh, le più carine sono le uova di Pasqua. Se dico: “Disegna una linea.” non potete sapere esattamente cosa intendo. Una linea dritta? Una linea curva? Una linea spezzata? Una linea sinuosa? Ci sono centinaia di tipi di linee, occorre essere più specifici. Ma se dico “Disegna un cerchio, un cubo, un uovo, un cilindro, una piramide, un cono, un rettangolo” in ogni caso l’immagine che ottenete è perfetta, capite esattamente cosa intendo. Al posto di “linea”, dovremmo pensare in termini di forme tangibili e concrete, e procedere come se stessimo manipolando blocchi di creta. Il bello di questo metodo è che ne conoscete i fondamenti ancora prima di iniziare perchè sono ovvi a chiunque! Se non avete mai visto una palla, potete anche smettere di leggere proprio adesso.

Appena procederete a costruire tutti i tipi di forme a partire da quelle più semplici, scoprirete che è incredibile cosa è possibile fare con esse, e quanto accurato e “solido” risulterà il vostro disegno. La cosa più sorprendenre è che, appena le linee di costruzione vengono cancellate, pochissime persone capiranno come il disegno è stato fatto. I vostri disegni appariranno complessi e difficili agli altri proprio come i miei potrebbero sembrare a voi adesso.

Se presterete alle prossime pagine la vostra divertita attenzione, sono convinto che vi sorprenderete delle abilità che non pensavate neanche di avere. Se cattura la vostra attenzione, potreste scoprirvi così intelligenti da sbalordirvi di voi stessi. Credetemi sulla parola che il metodo è semplice, pratico, e, credo, comprensibile a tutti.

/12/

Guarda attentamente questa pagina

Un cerchio è una sfera piatta. Se disegni i contorni “interni”, diventa una sfera solida, con una terza dimensione. Potremmo costruire altre forme, come blocchi di argilla, su questa solidità.
Le linee di costruzione verranno cancellate, ma la solidità rimarrà, dando forma e realismo.


Le numero 1 e 2 appaiono “piatte” ma la divisione simmetrica della sfera la fa apparire “solida”. Anche molte altre “posizioni” posso essere stabilite in questo modo, ma la linea di contorno della sfera non cambia.


“Forme semplici” o blocchi di costruzione.

Per oggi è tutto! Spero che questa introduzione ti abbia invogliato ancora di più a studiare questo manuale perchè ti insegnerà moltissime cose, velocemente e in modo divertente! O almeno, per me è stato così ^_^
Alla prossima!

11 commenti su “Pagg. 1-12. Introduzione”

  1. laura:

    Che bella questa lezione! Divertente e utile allo stesso tempo.

  2. Fulvio:

    Ciao Angela, davvero ottimo lavoro! Purtroppo però non si caricano più le immagini :(

  3. grazia:

    Ciao! complimenti per il sito, bellissima idea. Purtroppo non riesco a visualizzare le immagini, come mai?

  4. Antonio:

    Bellissima idea!
    Ma le immagini non sono visibili, dovreste riupparle.

  5. Angie - ManualiDisegno.it:

    Ciao Antonio, fatto! :D
    Grazie dei complimenti :)

  6. Angie - ManualiDisegno.it:

    Ciao Grazia, c’è stato un problema al sito, adesso sono di nuovo visibili!

  7. Angie - ManualiDisegno.it:

    Ciao Fulvio, grazie dei complimenti :)
    purtroppo c’è stato un problema al sito, ma adesso le immagini sono di nuovo visibili!

  8. ettore:

    Finalmente un ottimo libro on line che ti prende per mano e piano piano arrivi a essere quello per cui vuoi diventare. Un 10 e lode al traduttore che si è impegnato tanto per regalarci qualcosa di utile a noi futuri artisti. GRAZIE!!!.

  9. Angie - ManualiDisegno.it:

    Grazie mille Ettore, mi fa piacere sapere che il mio lavoro è utile! :)

  10. ettore:

    Si, è bello sapere che ci sono persone giuste al momento giusto. Di nuovo complimenti!.

  11. ettore:

    Salve Angie, ho una domanda farti : in realtà sono appassionato disegno animato e vorrei chiederti se hai un libro kit dell’animazione naturalmente in italiano . Grazie

Lascia un commento